Mountainbike

Vacanze in mountainbike nelle Dolomiti

La fresca brezza alpina, i caldi raggi del sole sulla pelle, il vento che vi sfiora il viso e le imponenti cime delle Dolomiti in vista... Non si puo' resistere... Con la Mountainbike si comprende la complessità della natura. Nella simbiosi con le asperita' del terreno ci si sente di nuovo rinati. La tensione sale come anche la concentrazione – la mente invece si libera e segue il ritmo del proprio cuore.

La piu' recente tecnica del Bike, in special modo la nuova Bike ibrida consente un assoluto comodo e sicuro movimento. Se si e' abbastanza motivati si puo' arrivare a duplicare il percorso di una gita.
Per questo si puo' trarre vantaggio con un idoneo allenamento personalizzato ma comunque e' preferibile una gita a due per un divertimento da condividere.

Leggere di più Leggere di meno
    • Sellaronda

      Descrizione
      Mostra dettagli Nascondi dettagli

      Un highlight assoluto è rappresentato dalla famosa Sellaronda che finora ha consentito solo agli sciatori di godere di uno scenario particolarmente speciale. Adesso finalmente lo è diventato anche per i biker. Si transita sui famosi 4 passi dolomitici e cioè: Gardena, Campolongo, Pordoi e Sella. In salita si va volentieri con la funivia. Il superlativo ristoro gastronomico che ci attende nei 7 diversi rifugi alpini è dovuto agli studi sull’alimentazione dei Biker sviluppato dalla nota ricercatrice  Adelheid Larch.

      Durata 6 oreDislivello 780 mLivello di difficoltà Alto
    • Da Compaccio alla Malga Sattler

      Descrizione
      Mostra dettagli Nascondi dettagli

      Ideale per iniziare! Partendo da Compaccio, si segue la strada forestale n. 7, che passando per il Giogo conduce in direzione del rifugio Panorama. Imbocchiamo quindi il sentiero sterrato S (baita Laurin) fino a raggiungere la nostra tappa finale, ovvero la malga Sattler. Il rientro è previsto sullo stesso sentiero.

      Durata 2 oreDislivello 200 mLivello di difficoltà Basso
    • Da Compaccio alla stazione cabinovia Val Gardena

      Descrizione
      Mostra dettagli Nascondi dettagli

      Partendo da Compaccio, si percorre una strada pianeggiante (n. 3) e poco prima dalla malga Ritsch si svolta a sinistra, proseguendo in leggera salita fino all’hotel Icaro. Si prosegue quindi su un sentiero leggermente ondulato fino allo Sporthotel Sonne. Superati gli ultimi 100 m di dislivello su sterrato, si giunge finalmente alla meta: la stazione a monte della cabinovia Val Gardena/Alpe di Siusi. Si rientra a Compaccio seguendo lo stesso percorso.

      Durata 1,5 oreDislivello 250 mLivello di difficoltà Basso
    • Da Siusi a Castelvecchio

      Descrizione
      Mostra dettagli Nascondi dettagli

      Partendo da via Castelvecchio a Siusi si raggiunge l’hotel Waldrast. Si imbocca quindi il sentiero n. 1-8 fino al bivio che conduce all’hotel Bad Ratzes. Da qui si diparte una strada forestale che passando per le rovine di Castelvecchio riporta a Siusi, seguendo il tracciato che d’inverno è un’ottima pista per slittino.

      Durata 1,5 oreDislivello 220 mLivello di difficoltà Basso
    • Da Compaccio alla Baita Sanon

      Descrizione
      Mostra dettagli Nascondi dettagli

      L'escursione inizia da Compaccio, da dove si diparte la strada n. 3 che conduce a Saltria. Imboccando quindi un sentiero sterrato e tenendo sempre la sinistra si giunge, attraverso un bosco fitto, alla prima tappa, ovvero alla malga Hartl. Si prosegue infine fino alla baita Sanon, per poi fare ritorno a Compaccio.

      Durata 2,5 oreDislivello 50 mLivello di difficoltà Medio
    • Da Compaccio a Saltria

      Descrizione
      Mostra dettagli Nascondi dettagli

      Il punto di partenza è ancora Compaccio. Si imbocca la strada forestale n. 7 (hotel Punta d’Oro/rifugio Molignon) e si prosegue quindi sulla pista trattorabile n. 8 fino a Saltria. Da qui si diparte la strada asfaltata n. 3, che conduce nuovamente a Compaccio.

      Durata 2,5 oreDislivello 240 mLivello di difficoltà Medio
    • Da Compaccio al Rifugio Molignon

      Descrizione
      Mostra dettagli Nascondi dettagli

      Partendo da Compaccio, si avanza su strada asfaltata in direzione della malga Ritsch fino a raggiungere Saltria. Attraversato l’omonimo torrente, si prosegue in direzione Monte Pana e dopo circa 8 km ci si trova nuovamente a un’altitudine di 1820 m. A questo punto si svolta a destra in direzione Alpe di Zallinger. Tra l’omonimo rifugio e la stazione a monte della seggiovia Florian si raggiunge un sentiero che conduce nuovamente a Saltria. Sopra il rifugio Tirler si attraversa nuovamente il rio Saltria e si scende il ripido sentiero fino al rifugio Molignon, dove termina la parte più impegnativa dell’escursione. Si ritorna quindi velocemente al punto di partenza.

      Durata 3 oreDislivello 254 mLivello di difficoltà Alto
    • Da Compaccio all'Alpe di Tires

      Descrizione
      Mostra dettagli Nascondi dettagli

      Imbocchiamo la pista trattorabile n. 7, che da Compaccio conduce attraverso il Giogo fino al rifugio Molignon. Da qui si diparte una strada, bella ma molto ripida, fino al rifugio Alpe di Tires, dove è possibile sostare e da cui si gode una vista spettacolare. Il rifugio si trova ai piedi del versante meridionale dei Denti di Terrarossa, che devono il loro nome alla loro forma bizzarra. In discesa raggiungiamo Saltria (1700) e da qui Compaccio.

      Durata 4 oreDislivello 641 mLivello di difficoltà Alto

Buono regalo

Fate una sorpresa ai vostri cari con un buono per un soggiorno al Schgaguler - Un regalo speciale!

Buono regalo
facebook facebook - hover google-plus google-plus - hover pinterest pinterest - hover twitter twitter - hover